Il Web 2.0 e la “produzione” dei contenuti

E’ da circa due settimane che ho preso come cavia mia madre per analizzare la Rete. A forza le ho fatto aprire un blog e adesso che ha superato i primi ostacoli (che le sembravano quasi insormontabili) è diventata blog-dipendente: scrive ogni giorno, guarda continuamente le statistiche e mi chiede come poter entrare a pieno titolo nella blogosfera…

Diciamo che mia madre ha superato senza troppi problemi quei classici tempi di set-up necessari in un’azienda per entrare in produzione. In pratica la semplicità degli strumenti del Web di seconda generazione ha permesso l’abbattimento del tempo necessario per imparare permettendole velocemente la “produzione” dei contenuti. E’ un pò come se in un’azienda manifatturiera si applicasse la tecnica Just-In-Time, che oltre a migliorare la qualità della produzione ne riduce i tempi di set-up.

Ritornando alla Rete, il Web 2.0 permette sicuramente un più facile apprendimento dell’utilizzo degli strumenti del Web, riducendo significativamente il digital divide a livello software. Adesso bisogna darsi da fare a livello hardware…

Leave a Reply

  • RSS
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn