Crisi

Credo che il periodo che stiamo attraversando costituisca solo una delle prime fasi del ciclo di crisi economica e politica che iniziò nel lontano 2001 con lo scoppio della bolla Internet e che venne consolidato dagli avvenimenti dell’11 Settembre. Non che questi ne furono gli eventi scatenanti, ma sicuramente insieme all’introduzione dell’Euro (scelta necessaria) ebbero un impatto pesante sugli anni a venire.

Credo che i crack finanziari di Parmalat, Cirio, Lehman Brothers, Alitalia e i prossimi che seguiranno siano legati a doppio filo e rappresentino il risultato di politiche di convenienza, italiane e non, che si potevano gestire durante il dopoguerra, ma che nel nuovo millennio sono impossibili da perpetrare. Dall’altro lato questa crisi non “ripulirà” il sistema da abitudini sgradevoli, come ad esempio le diverse speculazioni che ancora si percepiscono nei settori più disparati.

Credo comunque che la crisi non colpirà tutti, o almeno non gli sprovveduti: probabilmente tra qualche anno (o decennio), finito il trend negativo, serietà e virtuosità, applicate in qualsiasi campo,  verranno finalmente premiate.

Leave a Reply

  • RSS
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn