La guerra per il Real-Time Searching

I segnali c’erano tutti (diminuzione dei post sui blog e nascita dei primi servizi di Real-Time Search). Gli strumenti che forniscono i dati (le conversazioni) anche.

FriendFeed sta inesorabilmente crescendo e le conversazioni si infittiscono:

friendfeed_trend

Twitter ha ridefinito nella nottata la sua Homepage, dando un’importanza non indifferente alla Search:

twitter_new_homepage1

E in Italia qualche suo fan, inizia finalmente a spiegare attraverso schemi chiari a cosa possa servire il popolare servizio di microblogging alle aziende:

enterprise_microblogging

Nel frattempo in America è iniziata la guerra per il Real-Time Search. Questo articolo può spiegarvi sicuramente meglio di me cosa si intende per RTS (o Pushbutton Web, che dir si voglia). Mentre in quest’altro, trovate lo stato dell’arte a Giugno 2009 dei motori di ricerca finora nati. Se ne stanno aggiungendo molti altri, basta fare una ricerca su Google con chiave “Real-Time Search” o “Microblogging Search”.

Molte start-up sognano quindi di diventare la Google del RTS, ma quello che si nota è la nascita di molteplici servizi che si differenziano solo per le fonti da cui prelevano le conversazioni e per alcune piccole caratteristiche nell’organizzazione dei dati.

In realtà in questo ambito la fa già da padrone lo stesso FriendFeed, in quanto il suo ruolo, prima di creare conversazioni, è quello di aggregarle da altri Social Network. FriendFeed è sicuramente avvantaggiato nella corsa all’RTS, ma, visto che il suo database dipende dagli utenti iscritti e non è detto che la sua popolazione aumenti, ha più potenzialità un semplice aggregatore di servizi di Microblogging che estrapoli tutti i dati di Twitter (che ha una popolazione molto più grande e molto più proiettata alla crescita in questo momento storico).

Ad ogni modo, ad oggi, non si vede un vero Leader di mercato. Molto probabilmente, oltre alla attività di integrazione e proposizione delle conversazioni, vincerà chi saprà costruire su questi dati delle analisi semantiche.

Intanto i giganti della ricerca si organizzano: Google sta pensando (ormai da tempo) di integrare un microblogging engine nel suo motore. Microsoft e il suo Bing si accordano oggi con Yahoo! e tentano di rimettersi in gioco in ambito Search (e adv).

Leave a Reply

  • RSS
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn