Serendipità e opportunità

luca-de-felice-corriere-della-seraIl 29 Gennaio di quest’anno, imbarcandomi su un volo per Roma, non trovo La Repubblica, quotidiano che leggo di solito. Prendo allora il Corriere della Sera. Per puro caso, dopo aver letto gli ultimi avvenimenti politici, mi imbatto nella rubrica “Il lavoro che cambia“, in cui si descrive la storia di un ragazzo che per fare carriera ha necessariamente abbandonato l’Italia.

Memore della famosa lettera di Celli al figlio e di quella meno nota di Vincenzo Novari, ho deciso di proporre la mia storia al Corriere della Sera. Un percorso contraddistinto non da grandi successi, ma da qualche risultato raggiunto, in un Paese in cui è difficile emergere, ma per cui, io credo, bisogna combattere fino in fondo.

Ieri la mia lettera è stata pubblicata sul Corriere della Sera.

luca-de-felice-corriere-della-sera

Questo dimostra come la serendipità abbia un ruolo fondamentale nelle nostre vite: per puro caso ho ricevuto uno stimolo, da una fonte che spesso non me li offre. Ma ho anche saputo cogliere l’opportunità, mandando una mail al relativo quotidiano. Riflettendo sul mio percorso formativo e professionale, la mia crescita è continuamente contrassegnata da spunti di serendipità e conseguenti tentativi di cogliere opportunità.

Credo che per il nostro Paese valga lo stesso: l’Italia rispetto ad altre nazioni probabilmente offre minori stimoli, ma sta a noi però sfruttare le poche occasioni che ci concede.

Spero che nel suo piccolo questo articolo abbia contributo a dare fiducia a chi non crede più nel nostro Paese.

Leave a Reply

  • RSS
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn