Laurea Notiziae Causa

Ieri ho sentito che il Politecnico di Milano ha conferito a Giorgio Armani la Laurea Honoris Causa in disegno industriale. Senza nulla togliere ad Armani, grande professionista, non sono d’accordo con il concetto di Laurea Honoris Causa. Credo che il conferimento di una Laurea e il desiderio di dare una menzione d’onore ad una persona particolarmente valida nel campo in cui opera siano due azioni da mantenere distinte. Questo per due motivi:

1) Spesso i giovani sono attirati da strade alternative alla vita accademica, più veloci, meno faticose, più efficaci ma meno prestigiose (si veda il mondo dello spettacolo). La Laurea Honoris Causa ingenera incosciamente confusione nella concezione intrinseca di competenze acquisite, capacità personali, meriti, fama e successo.

2) Spesso le Università utilizzano questo strumento come mezzo pubblicitario per far conoscere il proprio nome (nel bene o nel male, oserei dire a questo punto). A tal proposito apprezzo il sistema utilizzato dalla Bocconi che si distingue dagli altri atenei.

Propongo pertanto un metodo alternativo per l’attribuzione di meriti particolari, come menzioni o addirittura Lauree. Un ateneo propone in forma anonima una persona e l’approvazione deve essere data dalla maggioranza di tutti gli atenei nazionali che hanno la stessa facoltà al loro interno. La premiazione deve avvenire nella sede del MIUR (Ministero dell’università e della Ricerca). La cerimonia può essere finanziata dagli atenei favorevoli alla stessa che hanno intenzione di farsi pubblicità, ma la Laurea viene conferita ufficialmente dal Ministero e non dai votanti o dagli sponsor.

Vediamo quante Laureae Honoris Causa vengono conferite…

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *